Mar 4, 2021 | Coaching

Da passione a professione: come arrivarci in 5 passi

Hai mai sognato di trasformare uno dei tuoi hobby in una professione?

Sarebbe fantastico essere pagati per fare quello che ci piace, vero?

E infatti lo è, te lo confermo!

Immagina di svegliarti ogni mattina felice di iniziare a lavorare, invece di continuare a premere “snooze” sulla tua sveglia, perché l’idea di cominciare la giornata lavorativa sembra più che altro un incubo!

Mi ricordo quando anche per me era così…

Ora immagina di riuscire anche a mantenerti facendo ciò che ami, magari un giorno poter lasciare anche il lavoro, oppure avere semplicemente una fonte alternativa di guadagno, o un “piano B” per il futuro.

Ah! Magari fosse possibile! Aspetta un momento, lo è! Ed è esattamente ciò che io ho fatto cinque anni fa, a più di quarant’anni, senza nessuna esperienza imprenditoriale e senza capitali da investire.

E lo sai qual è stata la cosa più difficile?

Crederci.

 

Articoli correlati:

“Trasformare la propria passione in una attività: è una buona idea?”

“Cambiare vita: dal sogno ai primi passi”

“La cosa più difficile è stata crederci”

Credere di poter trasformare i miei interessi in una professione vera e propria, così da poter lasciare il mio lavoro e rinunciare a quello stipendio.

La gente pensava che fossi impazzita – l’ho pensato anche io – che cosa mi era venuto in mente? Lasciare il lavoro che avevo svolto e amato per più di vent’anni per fare un salto nel vuoto?

Ma non ero impazzita, spaventata certo, ma non impazzita.

E piena di dubbi e domande a cui nessuno tra i miei conoscenti sapeva rispondere.

Ecco perché cinque anni dopo sono qui a scrivere questo articolo.

Per aiutarti come avrei voluto essere aiutata io cinque anni fa, perché tu non decida di lasciar perdere prima ancora di averci provato.

OK, c’è anche un’altra ragione…

Come Life & Business Coach, lavoro spesso con persone che vogliono costruire la loro attività ed è una soddisfazione immensa per me aiutarle a realizzare i propri progetti.

A proposito, non c’è momento migliore di quello che stiamo vivendo adesso per far partire il tuo business, soprattutto se online e soprattutto se fondato su passione e talento da condividere con il resto del mondo.

Probabilmente, hai anche già a disposizione tutto ciò che ti serve per cominciare, quindi non perdiamo altro tempo!

 

Leggi anche:

“Diventare Life Coach”

1 – Individua la tua passione

Hai capito bene. Non hai idea di quanto sia importante identificare qual è davvero la tua passione, o quale dei tuoi interessi può essere trasformato in un’attività remunerativa.

Per “passione” non si intende qualcosa di cui ti piace leggere o guardare video.

Per passione si intende qualcosa che pratichi davvero nella tua vita, meglio se quotidianamente, o abbastanza spesso da poter dire che “sei bravo” o che ne hai una conoscenza profonda.

Qualcosa che pratichi solo un paio di volte all’anno, o solo quando sei in vacanza, non è sufficiente. Se hai più di un hobby o passione e non sai su quale scegliere, non ti preoccupare, continua a leggere e vedrai che ti chiarirai le idee.

 

2 – Scegli un prodotto o servizio

Che cosa farai esattamente? Come ti guadagnerai da vivere?

Venderai prodotti, servizi o entrambi?

Facciamo l’esempio che tu sia appassionato di fitness: venderai attrezzi per allenarsi, abbigliamento sportivo, o offrirai lezioni? Se sì, che tipo di lezioni o allenamenti? Di persona o online? Rivolti a chi in particolare?

MI segui, vero? Ci sono tantissime opzioni diverse e solo tu puoi sapere qual è quella giusta per te.

Questa è una decisione che devi prendere da subito e non solo perché dovrai creare i prodotti o servizi che venderai (o procurarteli), ma anche perché il loro costo ti servirà a determinare quanti ne dovrai vendere ogni giorno, o mese, o anno per ottenere il profitto che desideri.

Il che ci porta al prossimo punto.

 

3 – Decisioni, decisioni, decisioni

Avere bene in chiaro che cosa desideri dalla tua attività è fondamentale per il suo successo. Ecco perché devi cominciare da subito a prendere decisioni.

Il tuo business sarà qualcosa che farai solo nel tempo libero, o hai intenzione di lasciare il tuo lavoro e vivere della tua passione?

Questa è una domanda cruciale, che determinerà il tuo corso d’azione mentre lavori sul tuo progetto.

Se il tuo obiettivo è arrivare a poter lasciare il tuo lavoro attuale, devi essere in grado di sostituire il tuo stipendio con gli introiti della tua nuova attività e questo significa impegnarsi tanto e dal primo giorno.

A proposito, ti sarà sufficiente lavorare sul tuo business nel tempo libero (sera, weekend, ferie?) o avrai bisogno di sottrarre tempo al tuo attuale impiego? Avrai bisogno di passare a lavorare part time? Sarebbe possibile? O hai bisogno di cambiare lavoro per avere più tempo e velocizzare la transizione?

Prendi anche in considerazione la tua situazione finanziaria e valuta quanto ti serve investire nella tua attività per farla partire. Se non puoi permetterti di spendere nemmeno un euro, probabilmente non è il momento giusto per te, ma non devi nemmeno bruciare tutti i tuoi risparmi.

Non farti scoraggiare, se stai pensando di lavorare da casa e offrire consulenze o creare corsi online (cosa che ti consiglio vivamente se hai la capacità di insegnare qualcosa), poche centinaia di euro possono essere sufficienti per partire!

4 – Certifica le tue competenze

Questo punto per me è irrinunciabile se si fa sul serio e si desiderano risultati.

Sfortunatamente, sembra essere quello che tutti vogliono saltare, salvo poi abbandonare perché non trovano clienti o opportunità di lavoro.

Non capirò mai chi dice di essere appassionato di qualcosa, però non ha nessuna voglia di approfondirne la conoscenza.

Nella mia esperienza, questo è solitamente segno che si è scelta la strada sbagliata (vedi l’importanza del punto 1) o che si sta sottovalutando quanto sia complesso essere un “imprenditore”, o un libero professionista, o un freelance, comunque tu ti voglia definire.

Sarò molto chiara a riguardo: DEVI FARLO!

Qui stiamo parlando di attività basate su passioni e interessi personali, il che significa che molto probabilmente la tua formazione o le tue esperienze lavorative non hanno nulla a che fare con ciò che vuoi fare ora, giusto?

Non importa da quanti anni pratichi yoga o se i tuoi amici dicono che i tuoi muffins vegani sono ottimi! Devi avere una qualche certificazione che dice che puoi insegnare yoga o vendere muffins senza uccidere nessuno!

Quando passerai da appassionato a professionista, non ti rivolgerai più ad amici e famigliari (breaking news: amici e famigliari non vorranno comprare da te e preparati, molti spariranno all’improvviso, ti ignoreranno o criticheranno e andranno persino dalla concorrenza!).

I tuoi clienti saranno estranei e credimi, non saranno disposti a pagare per i tuoi servizi solo perché tu dici di essere bravo!

Questo non significa necessariamente dover tornare all’università (a meno che non sia quello che desideri, naturalmente). Oggi puoi studiare, perfezionare e ottenere certificazioni professionali in qualunque campo in pochi mesi o anche in qualche fine settimana, a seconda del tipo di competenza e del tuo livello di esperienza.

Tutto questo può essere fatto tranquillamente online, da casa, il che significa avere molta più scelta. Non è fantastico?!

 

5 – Comincia a fare

Non importa quanto sei spaventato, devi cominciare!

Prendi il tuo business come un’avventura e non avere paura di fare errori, tanto ne farai comunque! Ed è grazie a quegli errori che imparerai che cosa funziona o no.

Comincia col condividere ciò che fai sui social media, non devi essere presente su tutti, scegli quello che preferisci.

L’ideale sarebbe scegliere quello che può valorizzare al meglio la tua passione, o quello dove passano più tempo i tuoi clienti ideali.

Scrivi o crea video per mostrare come puoi aiutare le persone.

Segui altri professionisti che fanno già quello che tu vorresti fare e impara da loro, ma per favore NON COPIARE IL LORO LAVORO!

Seguire gli “esperti” nel tuo campo ti darà un’idea di che cosa cerchino i tuoi futuri clienti, quali problemi hanno e quali prodotti e servizi cercano.

Sii te stesso e non fingere di essere un veterano se hai appena cominciato, non è una buona idea.

Comincia ad offrire i tuoi prodotti o servizi gratuitamente, così non solo farai un po’ di esperienza, ma avrai anche modo di capire se le persone sono realmente interessate a ciò che offri e se sono pronte a pagare per ottenerlo.

Infine, ricordati che là fuori c’è qualcuno che sta cercando esattamente ciò che tu hai e che, anche se sei all’inizio, sei in grado di aiutare altri che hanno bisogno di te.

Non tutti cercano e possono permettersi il professionista “top” e tu puoi essere la soluzione migliore!

Contattami per avere maggiori informazioni o per prenotare la tua sessione di prova gratuita!

Ultimi articoli

Articoli

TELL ME ABOUT YOU OR
REQUEST INFORMATION


    × Come posso aiutarti?